BUON E SANTO NATALE 2017 E BUON ANNO 2018

Per San Francesco il Natale è la Festa delle feste! Circondava di un amore indicibile Maria, la Madre di Gesù, perché aveva reso nostro fratello il Signore della maestà.

Per dare gloria a questo evento, la notte di Natale del 1223 a Greccio, nella valle di Rieti, allestisce il primo Presepio vivente: si accomoda la greppia, vi si pone il fieno e si introducono il bue e l’asinello. In quella scena si onora la semplicità, si esalta la povertà, si loda l’umiltà.

L’esempio di Francesco, riproposto al mondo, ha ottenuto l’effetto di ridestare la fede di Cristo nei cuori intorpiditi. Da quel giorno i Francescani hanno diffuso questa devozione che ormai è divenuta patrimonio di tutti i Cristiani.

PresepeGreggioCasentini

Nacque così la bella e suggestiva tradizione del Presepio nel mondo cristiano, che sarà ripresa dall’arte e dalla devozione popolare lungo i secoli successivi, con l’apporto dell’opera di grandi artisti, tale da costituire un filone dell’arte a sé stante, comprendenti orafi, scenografi, pittori, scultori, costumisti, architetti.

BUON E SANTO NATALE 2017 E BUON ANNO 2018 NELLA PACE E GIOIA DI GESU’!

Annunci
Pubblicato in FRANCESCO | Lascia un commento

PREGHIERA A SANTA ELISABETTA D’UNGHERIA

O Santa Elisabetta, modello d’ogni virtù sublime, col vostro esempio mostraste al mondo quanto può in un’anima cristiana la CARITÀ, la FEDE e l’UMILTÀ.
Voi amaste Dio di un amore sì ardente ch’Egli vi rese degna di provare sulla terra le gioie del Paradiso. Con una fede invitta foste vera discepola dell’Evangelo e considerando nel prossimo Gesù Cristo stesso, metteste ogni vostra soddisfazione nel parlare coi poveri, nel servirli, nell’asciugare le loro lacrime e nel soccorrerli. La vostra umiltà fu sì grande, che non contenta di cambiare il trono con una miserabile capanna, e il manto reale col modesto abito di San Francesco, voleste sottoporvi, quantunque innocente, ad unavita di privazioni e di penitenze abbracciando con gioia la croce del Divin Redentore.

O Santa Elisabetta, siete la celeste amica dell’anima nostra, aiutateci ad amare Gesù come voi Lo avete amato, proteggeteci nel nostro difficile pellegrinaggio e, ottenendoci il perdono dei nostri falli, apriteci la via al Regno dei Cieli ove sedete beata.

Pubblicato in ELISABETTA | Lascia un commento

2 OTTOBRE 2016

INCONTRO DI FORMAZIONE ITINERANTE FRATERNITA’ O.F.S. ZONA NORD DELLE MARCHESan Francesco e il Cuore Immacolato di Maria

presso il nostro Centro Mariano nella Repubblica di San Marino

SOTTO LO SGUARDO DI MARIA: “FRANCESCO E LA MISERICORDIA”

“Frate Francesco circondava di indicibile amore la Madre del Signore Gesù, per il fatto che ha reso nostro fratello il Signore della Maestà e ci ha ottenuto misericordia.” (FF)

PROGRAMMA:

ore 8:45 Arrivi e accoglienza presso la Casa di Spiritualità San Giuseppe

ore 9:15 Recita delle Lodi presso la Cappella della Casa di Spiritualità San Giuseppe

ore 9:50 Visita alle Sorelle Povere del Monastero Santa Chiara

ore 10:30 Celebrazione Eucaristica presso il Santuario Cuore Immacolato di Maria – Chiesa Giubilare –

ore 11:30 Catechesi presso la Casa di Spiritualità San Giuseppe – Relatore Padre Augusto Savelli O.F.M.

ore 13:00 Pranzo presso la Casa di Spiritualità San Giuseppe

ore 15:00 Adorazione Eucaristica presso il Santuario Cuore Immacolato di Maria

ore 16:00 Saluti presso la Casa di Spiritualità San Giuseppe

http://www.casaspiritualitasangiuseppe.com/

https://guardiadonore.wordpress.com/

Centro Mariano nella Repubblica di San Marino

Pubblicato in FRANCESCO | Lascia un commento

RIPRESA INCONTRI SETTIMANALI

Ripresa degli incontri settimanali il martedì sera alle ore 20.30 S.Rosario e ore 21 incontro in fraternità secondo il seguente programma

CALENDARIO ATTIVITA’ MESE DI OTTOBRE 2016

  • Lunedì 3 Ottobre: presso il Monastero Santa Chiara è previsto il Transito di San Francesco
  • Martedì 4 Ottobre : festività di San Francesco
  • Martedì 11 Ottobre: ore 20.30 S. Rosario – ore 21 Breve sintesi della Regola O.F.S. articolo n. 6,  Testo O.F.S. 2° capitolo
  • Martedì 18 Ottobre : ore 20.30 S. Rosario – ore 21 Adorazione Eucaristica
  • Martedì 25 Ottobre : ore 20.30 S. Rosario – ore 21 Breve commento delle Letture del giorno, Compendio Catechismo della Chiesa Cattolica-Sezione seconda I Dieci Comandamenti da pagina 133 a pagina 136 VII Comandamenti

Troverai nella sezione ATTIVITA’ gli orari ed il programma completo aggiornato

Pubblicato in FRANCESCO | Lascia un commento

PROGRAMMA ANNO 2015-2016

Ripresa degli incontri settimanali come da programma 2015-2016

Troverai nella sezione ATTIVITA’ gli orari ed il programma completo

san-ludovico-luigi-ix

Pubblicato in FRANCESCO | Lascia un commento

BUON E SANTO NATALE 2014

Per San Francesco il Natale è la Festa delle feste! Circondava di un amore indicibile Maria, la Madre di Gesù, perché aveva reso nostro fratello il Signore della maestà.

Per dare gloria a questo evento, la notte di Natale del 1223 a Greccio, nella valle di Rieti, allestisce il primo Presepio vivente: si accomoda la greppia, vi si pone il fieno e si introducono il bue e l’asinello. In quella scena si onora la semplicità, si esalta la povertà, si loda l’umiltà.

PresepeGreggioCasentini

L’esempio di Francesco, riproposto al mondo, ha ottenuto l’effetto di ridestare la fede di Cristo nei cuori intorpiditi. Da quel giorno i Francescani hanno diffuso questa devozione che ormai è divenuta patrimonio di tutti i Cristiani.

Nacque così la bella e suggestiva tradizione del Presepio nel mondo cristiano, che sarà ripresa dall’arte e dalla devozione popolare lungo i secoli successivi, con l’apporto dell’opera di grandi artisti, tale da costituire un filone dell’arte a sé stante, comprendenti orafi, scenografi, pittori, scultori, costumisti, architetti.

BUON E SANTO NATALE NELLA PACE E GIOIA DI GESU’!

Pubblicato in FRANCESCO | Lascia un commento

1-2 AGOSTO PERDONO D’ASSISI

ORIGINE

Il beato Francesco risiedeva presso Santa Maria della Porziuncola, ed una notte gli fu rivelato dal Signore che si recasse dal sommo Pontefice Onorio, che in quel tempo dimorava a Perugina, per impetrare una indulgenza a favore della medesima chiesa di Santa Maria della Porziuncola, riparata allora da lui stesso. Egli, alzatosi di mattina, chiamò frate Masseo da Marignano, suo compagno, col quale si trovava, e si presentò al cospetto di Papa Onorio, e disse: “Santo Padre, di recente, ad onore della Vergine Madre di Cristo, riparai per voi una chiesa. Prego umilmente vostra Santità che vi poniate una Indulgenza conseguibile senza oboli.” Il Papa rispose:”Questo, stando alla consuetudine, non si può fare, perché è opportuno che colui che chiede un’Indulgenza la meriti, stendendo la mano ad aiutare; ma tuttavia, indicami quanti anni vuoi che io fissi riguardo all’Indulgenza.” San Francesco rispose: “Santo Padre, piaccia alla vostra Santità di concedermi non anni, ma anime.” Ed il Papa riprese: “In che modo vuoi delle anime?” Il beato Francesco rispose: “Santo Padre, voglio, se ciò piace alla vostra Santità, che quanti verranno a questa chiesa confessati, pentiti e come conviene, assolti da un sacerdote, siano liberati dalla colpa e dalla pena in cielo e in terra, dal giorno del battesimo al giorno ed all’ora dell’entrata in questa chiesa.” Il Papa rispose: “Molto è ciò che chiedi, o Francesco; non è infatti consuetudine della Curia romana concedere una simile Indulgenza.” Il beato Francesco rispose: “Signore, ciò che chiedo non viene da me, ma lo chiedo da parte di Colui che mi ha mandato, il Signore Gesù Cristo.” Allora il signor Papa, senza indugio, proruppe dicendo tre volte: “Ordino che tu l’abbia.

Diploma di Teobaldo, FF 3392

QUANDO

dal mezzogiorno del 1° Agosto alla mezzanotte del giorno seguente si può lucrare una volta sola l’indulgenza plenaria della Porziuncola o ‘Perdono d’Assisi’ che può essere applicata anche in suffragio dei defunti.

CONDIZIONI

  • Impegnandosi innanzi tutto a sviluppare in se stessi un atteggiamento interiore di distacco affettivo da qualsiasi peccato
  • Celebrando degnamente il sacramento della Penitenza, per aprire il cuore alla sovrabbondante misericordia di Dio voluta dal Signore per il perdono dei peccati
  • Partecipando alla Santa Eucaristia, il banchetto di festa che il Padre prepara per chi si converte e torna a Lui
  • Visitando una chiesa parrocchiale o a una chiesa francescana mediante la recita del Credo, per riaffermare la propria dignità cristiana; la recita del Padre nostro, per riaffermare la propria dignità di figli di Dio ricevuta nel Battesimo; inoltre una preghiera secondo l’intenzione del Santo Padre, come testimonianza di comunione con tutta la Chiesa

PREGHIERA DEI FEDELI

Cel.      Fratelli carissimi, celebrando nella gioia dello spirito francescano il giorno del perdono della Porziuncola, eleviamo a Dio misericordioso le nostre invocazioni perché ci conceda di imitare nella nostra vita i luminosi esempi del P. S. Francesco

Min.    Preghiamo insieme e diciamo

Ascoltaci, o Signore!

1. Per la Chiesa, madre dei Santi e luce di Dio tra gli uomini, perché sotto la guida del Sommo Pontefice, l’azione pastorale dei Vescovi e il servizio fedele dei Sacerdoti, renda sicuro il cammino del popolo di Dio, preghiamo:

2. Per il mondo intero, perché il messaggio di pace, di fraternità universale e di perdono portato da san Francesco trovi gli uomini disposti ad accoglierlo e a praticarlo, preghiamo:

3. Per noi qui presenti, perché da questa celebrazione attingiamo la pace e la serenità dello spirito, per essere nel mondo messaggeri della letizia francescana, preghiamo:

Cel.      O Dio onnipotente, accogli le nostre suppliche: a te le affida il nostro Serafico Padre. Donaci di essere suoi imitatori, come egli lo fu del Cristo tuo Figlio, che vive e regna con te nei secoli dei secoli.

R.         Amen

 

 

 

 

 

icona_annunciazione[1]

Pubblicato in FRANCESCO | Lascia un commento