CHI SIAMO

Caro Fratello e Sorella,

ho pensato di offrirti una cosa utile e gradita presentandoti, in modo semplice, il carisma francescano, vissuto dai fedeli laici e dai sacerdoti secolari. Ti rivolgo anche l’invito ad accoglierlo nella tua vita. Sono certo di farti una proposta buona, amabile, affascinante e…possibile

San Francesco“Gli uomini ammirano e amano il Santo d’Assisi perché vedono realizzate in lui, in maniera esemplare, quelle cose alle quali essi maggiormente anelano, senza tuttavia riuscire spesso a raggiungerle nella propria esistenza, e cioè la gioia, la libertà, la pace, l’armonia, la riconciliazione tra di loro e con le cose.”  Giovanni Paolo II

Quando permettiamo alle parole del Vangelo di entrare nella nostra vita scopriamo che essa si riempie di senso anche nei momenti bui.
Però siamo deboli e spesso ci manca il coraggio di aprire le porte a Cristo …

…Ma in Assisi è apparso un uomo con il coraggio della fede, con la forza della speranza e la dolcezza travolgente della carità, che ha fatto del Vangelo la sua norma di vita e di Cristo il suo modello.

Quest’uomo si chiama Francesco .

Un giorno gli fu chiesto da nobili e popolani, da letterati e artigiani, da coniugi e celibi, uomini e donne di entrare nella vita religiosa per immergersi come lui, nel Vangelo.elizabeth

Egli rispose loro di restare là dove il Signore li aveva posti perché là essi avrebbero dovuto rivestirsi di Cristo vivendo il Vangelo. Ed egli avrebbe dato loro una regola di Vita.

Così fece e avviò l’Ordine Secolare dei Penitenti cioè quegli uomini e donne che vogliono seguire Cristo vivendo nel mondo.

ORDINE FRANCESCANO SECOLARE (O.F.S.)

Ordine perché ha una regola di vita data da Francesco e approvata dalla Chiesa.

Francescano perché è scaturito dal cuore di Francesco e rispecchia la sua spiritualità.

Secolare perché i suoi componenti rimangono nelle proprie case, nella propria famiglia, nel proprio lavoro, cioè nel mondo (in gergo medievale ‘secolo’).

L’Ordine Francescano Secolare si articola in ‘Fraternità’. Ogni Fraternità è guidata da un ministro (‘servo’) eletto tra i membri della Fraternità stessa, e assistita da un sacerdote francescano.

Il Consiglio di Fraternità è eletto dal Capitolo e presieduto dal Ministro allo scopo di promuovere le iniziative utili a favorire il cammino fraterno. Il Capitolo è l’assemblea generale della Fraternità, cui spetta  eleggere il Consiglio, concordare linee di orientamento del cammino, affrontare la discussione di tematiche fondamentali di vita fraterna, decidere questioni di particolare importanza, indirizzare e verificare periodicamente l’andamento delle singole attività fraterne.  Esso è composto da tutti i membri professi. Il Consiglio è costituito dal Ministro, Vice Ministro, Economo, Maestro dei Novizi, Segretario.

Annunci